LA MIA MUSICA SEI TU di Alessandra Angelini - Recensione

domenica 3 luglio 2016

Vi piacciono i romanzi che parlano anche di musica? Personalmente a me molto, e sembra che anche Patty abbia avuto una buona impressione di questo romance in cui due mondi molto diversi cercano di intrecciare le loro strade.

LA MIA MUSICA SEI TU
Titolo: La mia musica sei tu
Autore: Alessandra Angelini
Editore: Self Publishing
Genere: Romance contemporaneo

(FILEminimizer) Sinossi
È difficile essere all’altezza di un padre che è un’istituzione. Lo è per Isabella, cresciuta in una famiglia dove dimostrarsi inappuntabile non è una scelta, ma un dovere. Essere quello che gli altri si aspettano però non è sinonimo di felicità. Il tradimento del suo fidanzato storico le fa capire che è arrivato il momento di dare una svolta alla sua vita, trasferirsi a Bologna e cambiare sede di studi sono i primi passi in questa direzione. In una notte che cambia tutto, Isabella conosce Denis, estroverso, vitale, l’antitesi del suo mondo. E in quella notte con lui, infrange tutte le regole. Tatuato e batterista in una punk rock band, i Bad Attitude, Denis non è il genere di ragazzo che possa portare a casa. Ma quando lui è l’unica persona che ti fa stare bene, ti fa sentire giusta, cosa sono le convenzioni? Quando i problemi con la band e una famiglia invadente si fanno seri, l’amore e la passione per la musica basteranno ad aiutarli a realizzare i loro sogni?
(FILEminimizer) Recensione

Isabella, Denis, amore e musica, Cate, Julien, P.E., Nico, Sten, band e famiglia, Cristina, Amelia, amicizia e studi, Max, Jessica, rivali e ripicche. Ho voluto aprire questa recensione presentando subito i protagonisti di questa storia dove la musica ha un ruolo importante, filo conduttore di sentimenti e crescita personale. Per i Bad Attitude la musica non è solo lavoro, è passione, è vita non potrebbero mai vivere senza, ma basta solo questo per renderli felici? O manca qualcosa?

Isabella sta scappando da se stessa, dal mondo che suo padre le ha costruito attorno, è una ragazza fragile, insicura e quindi facile da manipolare, la copia di sua madre che negli anni ha perso personalità, diventando un’ombra. Isabella, a un certo punto, si ribella e con la scusa di cambiare sede di studi, lasciando Roma per Bologna, esce da quella casa che la soffoca.

Una volta credevo di avere tutto, una vita perfetta, una famiglia tipo, un fidanzato innamorato. Lo credevo. Poi ho aperto gli occhi e le ho viste. Le crepe erano insostenibili, il crollo inevitabile. La bolla era scoppiata inconsistente. In un attimo era saltato tutto. Ero stata costretta a riconsiderare quello che pensavo di sapere.
Era come se per i primi ventuno’anni della mia vita avessi dormito. Era ora di svegliarmi, finalmente non avevo più paura di pensare al futuro.

La sua vita cambierà e finalmente potrà godersi qualche serata con le amiche e qualche concerto rock, proprio al primo cui partecipa, è catturata da un membro del gruppo, quel ragazzo carismatico che brilla di luce propria, suona con l’anima e muove le bacchette sulla batteria, come se fosse un tutt’uno con lo strumento. Isabella non è attirata solo dalla sua bellezza, ma proprio dall’energia che trasmette Denis e ne rimane colpita. Sempre decisa a prendere in mano la sua vita e a cambiarne le regole, così deciderà di fare una pazzia e per una sera abbandona ogni remora per godersi fino in fondo questo incontro inaspettato. Una notte di passione che la mattina sembra un errore e Isabella, fa quello che le riesce meglio, scappa. Il destino però farà incrociare di nuovo le loro strade e Isabella capirà chi ha di fronte, Denis è il batterista di uno dei gruppi più richiesti che sta scalando le classifiche, anche se non ha ancora fatto il salto di qualità, quello che li farebbe entrare nell’olimpo dei big. Denis questa volta non le permetterà di lasciarlo indietro e dopo essere stati colpiti dal colpo di fulmine, proveranno a stare insieme ma Isabella ha le sue incertezze, non riesce ad aprirsi totalmente a questo ragazzo meraviglioso. Un ragazzo divertente, spavaldo, sicuro di sé, affascinante, intelligente, con tatuaggi e piercing, tutto l’opposto di quello che vorrebbe suo padre, ma l’amore non si comanda.

“Ma come fai a non vederlo? Sei brillante, allegro, che ci fai con me? Perché io? Me lo chiedo ogni giorno e non ho una risposta. Non ce l’ho Denis” presi fiato, ricacciando giù il groppo. “Ho così tanta paura di perderti che non faccio che combinare un casino dopo l’altro, aspettando il giorno che ti sveglierai e te ne andrai”.

Denis non demorde, vuole stare con lei e combatterà per entrambi, la farà entrare nel suo mondo, nel gruppo, nella musica, nella sua famiglia, perché i ragazzi della band non sono solo amici, ma sono come fratelli, uniti e pronti a condividere ogni cosa positiva o negativa. Ognuno di loro ha la sua caratteristica e durante tutta la lettura sono presentati meglio, dando spazio a questi ragazzi unici, ma non perfetti. Isabella per la prima volta si sente parte di qualcosa e soprattutto accettata, ma riuscirà a condividere tutto con loro? I suoi pensieri, le situazioni, i litigi? Denis farà un grande atto d’amore, vedendo Isabella triste, andrà a parlare con suo padre, cercando di ricucire il loro rapporto, rotto dal fatto che la figlia abbia scelto proprio lui che al primo sguardo sembra un poco di buono, drogato, scansafatiche e che esercita una cattiva influenza su di lei. Ma qual è il vero errore di Isabella, amarlo? Sentirsi viva solo con lui?

Un cammino tortuoso aspetta questi ragazzi, nulla è semplice come sembra, la notorietà può allontanare e farti sentire solo anche se sei circondato da molte persone, ma i veri amici, quelli che ti vogliono bene sono pochi. La stessa band dovrà affrontare molti problemi: rivalità, vendette, tentativi di boicottaggio, ripicche. Isabella che sembra spettatrice di tutti questi avvenimenti, in realtà sarà la forza di Denis e soprattutto del gruppo. Il suo altruismo la porterà ad aiutare molte persone, ma prima su tutte se stessa con una crescita interiore e caratteriale, certo farà anche molti errori, soprattutto con Denis, ma quella che è nata come una ragazza sottomessa, diventerà indipendente, forte, decisa, determinata e sicura.

Storia scritta in prima persona, tutta vista con gli occhi di Isabella e rimani colpita dalla sua trasformazione. Lo stile di Alessandra è sciolto e fluido, molto attenta ai particolari, soprattutto alla vita di una giovane band che cerca di sfondare con annessi problemi di droga, alcool e altro. Un mondo fatto di apparenze che si sgretola al primo intoppo, nessuno ti aspetta, puoi solo essere determinato e rivelarti più furbo. Le sensazioni sono molto evocative, la musica la senti sotto pelle, ti ammalia in sala prove e ti fa scatenare ai concerti con le mani alzate, muovendo il corpo e urlando a squarciagola tutto il tuo entusiasmo. Lo ammetto è un po’ che non vado a un concerto, ma l’atmosfera descritta mi ha fatto rivivere l’adrenalina, il divertimento e la libertà di urlare, ballare, fischiare ritrovandosi il giorno dopo senza voce, che momenti! Quasi, quasi vado al prossimo concerto dei Bad Attitude e cerco Isabella nella folla per cantare insieme. Perché Denis ci sarà, Julien ci sarà, P.E., Cate, Nico ci saranno. Vi aspetta un libro che non è solo una storia d’amore ma passione e amicizia.
Buona lettura.
banner post










Nessun commento:

Posta un commento