THE TENNERSON ACADEMY. IL SEGRETO DEI CACCIATORI - Recensione

domenica 26 giugno 2016

Oggi Patty ci parla di un fantasy che sembra averla colpita molto positivamente.

The Tennerson Academy


Titolo: The Tennerson Academy.Il segreto dei cacciatori 
Autore: Cecilia Claudi 
Genere: Fantasy 
Autoconclusivo

(FILEminimizer) Sinossi

Erin è sola nella notte a combattere contro un demone con l’unico ausilio lasciatole dalla madre. Un aiuto le arriva inaspettato: Nick, un cacciatore. Questo incontro le cambierà la vita, portandola a scoprire segreti e a svelare misteri.




(FILEminimizer) Recensione

La maggior della caccia consiste nell’attesa, ma è una delle cose che mi piace di più. Tutta l’adrenalina in circolo, ancora senza sfogo. Tutti i possibili sviluppi che ti sfrecciano davanti agli occhi, mentre cerchi di capire quale sia quello che si avvererà. Ci sono giorni in cui vivo per questi momenti. 

Conosciamo Erin, protagonista di questo fantasy, proprio durante la caccia, lei è sola, sua madre è morta, ma le ha insegnato a sviluppare il suo istinto, la caccia ai demoni, li segue, li sente, li studia, un lavoro di pazienza e attesa prima di poter sferrare l’attacco. Le sue armi preferite sono i coltelli, non andrebbe mai in giro senza, perché essendo piccola, non può competere in forza fisica con quei mostri. Una sera, come tante, è appostata in attesa e quando finalmente si presenta l’occasione, attacca il demone, ma il mostro è forte e nonostante i vari tentativi è sopraffatta. Quando Erin capisce che è tutto perduto, giunge un aiuto inaspettato, un ragazzone biondo dagli occhi di ghiaccio che attacca il mostro con la sua ascia e la salva, il nome di questo vichingo biondo è Niklas. Quella notte, la vita di Erin cambia, Nick, come lo chiamano tutti, la prende sotto la sua protezione e le fa scoprire l’esistenza di una scuola speciale. Un’accademia dove i giovani cacciatori studiano e imparano ogni tipo di combattimento con o senza armi per poi lavorare sul campo in coppia o da soli. Perché sua madre non le aveva mai accennato a questa scuola? Perché hanno sempre cacciato da sole?

Niklas rimane colpito da questa giovane ragazza e scoprendo che è ancora minorenne, la porta all’accademia per permetterle di studiare e migliorare la sua tecnica. Erin accetta di buon grado, non ha famiglia e neanche amici, non ha niente da perdere, inoltre con Nick si sente a suo agio e può essere se stessa, nonostante lo conosca da poco, le ispira fiducia. Un viaggio relativamente tranquillo con un continuo scambio di battute alla Bonnie e Clyde, che ho trovato molto divertente e frizzante. Una volta arrivata nella scuola Erin sarà iscritta ai corsi e farà conoscenza con i professori, ma non tutti saranno gentili, come Carlos il prof. di combattimento che cerca di metterla in difficoltà a ogni occasione. Finalmente potrà farsi degli amici, i quali le racconteranno le dicerie su quanto accaduto nella scuola molti anni prima, ma anche del suo Clyde, Niklas. Erin si ritrova a porsi tante domande e degli avvenimenti strani, soprattutto alla sua persona, la porteranno a indagare. La scuola è sicura? Chi sta mettendo in pericolo la vita dei cacciatori? I demoni? Lei si può fidare solo di Nick, ma non sarà sempre presente a farle da spalla e in alcuni frangenti Erin dovrà affrontare tutto da sola. In un crescendo di suspense Erin ci accompagna passo per passo nella sua indagine personale, incontrando esseri strani, come fantasmi e dottori particolari. Un passato che torna a farsi sentire per dare risposte, un presente che trova la sua origine nelle vite passate ed Erin, finalmente, potrà conoscere i suoi genitori e l’amore che li ha uniti.

La storia è scritta tutta in prima persona dal punto di vista di Erin, solo l’epilogo cambia punto di vista, quindi è facile immedesimarsi con lei. La coppia Erin/Niklas è ben calibrata, lei, anche per la sua giovane età, è ironica, impulsiva e come lei stessa ammette, si può permettere di essere immatura. E’ anche forte, determinata, affronta tutto con coraggio ed è ammirevole la sua tenacia, anche quando nessuno le crede. Nick è la parte razionale dei due, lui ha 24 anni, ha l’esperienza sul campo e anche personale, sembra una persona fredda, ma in realtà il suo trascorso lo tormenta e cerca di non cedere all’attrazione che prova per Erin, per motivi, anche morali, lei è minorenne, è una studentessa, ma soprattutto lui lavora da solo. Riuscirà a starle lontano?

“Sei l’unica persona che mi fa perdere il controllo, Bonnie. E sei anche l’unica persona con cui non dovrei mai perderlo. Trovo sia dannatamente difficile starti vicino. … Mi confondi tutti i piani. So benissimo che cosa è giusto che io faccia, che cosa è meglio che io faccia, per il bene di tutti e due, eppure ci sono momenti in cui non vorrei seguire la ragione.”

Una lettura scorrevole che cattura l’attenzione, due ragazzi, un’attrazione, un mistero, un’indagine, combattimenti, adrenalina, sangue, lividi, ferite, armi, mostri, amicizia, ma soprattutto amore. Tennerson Academy è aperta, cosa aspettate?

Buona lettura.
Lascia un commento






Nessun commento:

Posta un commento