La canzone della settimana #8

domenica 28 febbraio 2016


Buona domenica a tutti! Siamo al nuovo appuntamento della rubrica musicale in cui vi parlo di una canzone che mi ha tenuto compagnia durante la settimana trascorsa o che in qualche rispecchia il mio stato d’animo o un momento particolare.
Questa settimana è stata parecchio piena, letture, scadenze da rispettare, lavoro e infine un sabato completamente passato al Festival dell’Oriente in cui ho potuto apprezzare spettacoli e, profumi e musiche che vengono da ogni parte del mondo. In particolare ho amato letteralmente il gruppo “Sunny Singh Bollywood Dance Company”, danza indiana di Bollywood,bravissimi, coinvolgenti, allegri e un bello spettacolo per gli occhi. Se siete curiosi ecco il canale Youtube da cliccare per scoprirli:
Ora, visto che mi hanno lasciato carica e allegra volevo una canzone che si avvicinasse al genere, quindi ho pensato «chi meglio di Shakira?» (anche perché tradurre la lingua indiana mi risultava un tantino difficile). Quindi andiamo verso la danza orientale e in particolare la danza del ventre e ho scelto la prima canzone famosa in Italia di questa artista, con la quale ho anche iniziato ad avvicinarmi a questa danza: “Whenever, Wherever”.

Come sempre potete godervi la canzone il video cliccando nel link qua sotto che vi indirizza alla playlist  della rubrica su Youtube

E ora il testo. Buon ascolto!

Lucky you were born that far away so
We could both make fun of distance
Lucky that I love a foreign land for
The lucky fact of your existence
Baby I would climb the Andes solely
To count the freckles on your body
Never could imagine there were only
Ten million ways to love somebody
Le do le le le le
Le do le le le le
Can't you see
I'm at your feet
Whenever, wherever
We're meant to be together
I'll be there and you'll be near
And that's the deal my dear
Thereover, hereunder
You'll never have to wonder
We can always play by ear
But that's the deal my dear
Lucky that my lips not only mumble
They spill kisses like a fountain
Lucky that my breasts are small and humble
So you don't confuse them with mountains
Lucky I have strong legs like my mother
To run for cover when I need it
And these two eyes that for no other
The day you leave will cry a river
Le do le le le le, Le do le le le le
At your feet
I'm at your feet
Whenever, wherever
We're meant to be together
I'll be there and you'll be near
And that's the deal my dear
Thereover, hereunder
You'll never have to wonder
We can always play by ear
And that's the deal my dear
Le do le le le le,
Le do le le le le
Think out loud
Say it again
Le do le le le le
Tell me one more time
That you'll live
Lost in my eyes.
Whenever, wherever
We're meant to be together
I'll be there and you'll be near
And that's the deal my dear
Thereover, hereunder
You've got me head over heals
There's nothing left to fear
If you really feel the way I feel

Traduzione

Per fortuna che sei nato così lontano 
così abbiamo potuto farci beffe della distanza 
per fortuna che amo un terra straniera per 
baby, scalerei le Ande interamente 
il fortunato fatto della tua esistenza 
per contare le lentiggini sul tuo corpo 
dieci milioni di modi per amare qualcuno 
non avrei mai potuto immaginare che ci sono solo 

Le do le le le le, Le do le le le le 
è così che vanno le cose mio caro 
Non riesci a vedere 
che sono ai tuoi piedi 
In ogni momento, in ogni luogo 

siamo destinati a stare insieme 
ci sarò e tu mi sarai vicino 

Per fortuna le mie labbra non solo mormorano 
lassù, quaggiù 
non dovrai mai meravigliarti 
potremo sempre improvvisare 
ma è così che vanno le cose mio caro 

per fortuna che ho delel gambe forti come mia madre 
versano baci come una fontana 
per fortuna che i miei seni sono piccoli e umili 
così non li confondi con le montagne 
Le do le le le le, Le do le le le le 
per correre ai ripari quando ne ho bisogno 
e questi due occhi che per alcun altro 
il giorno che te ne andrai verseranno fiumi di lacrime 

ai tuoi piedi 
lassù, quaggiù 
sono ai tuoi piedi 

In ogni momento, in ogni luogo 
siamo destinati a stare insieme 
ci sarò e tu mi sarai vicino 
è così che vanno le cose mio caro 

Le do le le le le, Le do le le le le 
non dovrai mai meravigliarti 
potremo sempre improvvisare 
ma è così che vanno le cose mio caro 

Le do le le le le, Le do le le le le 
pensalo ad alta voce 
dillo ancora 

è così che vanno le cose mio caro 
dimmi un'altra volta 
che vivrai 
perso nei miei occhi 

In ogni momento, in ogni luogo 
siamo destinati a stare insieme 
ci sarò e tu mi sarai vicino 

lassù, quaggiù 
ma è così che vanno le cose mio caro
non dovrai mai meravigliarti 
potremo sempre improvvisare 


2 commenti:

  1. Mi piace che metti la traduzione delle canzoni, almeno posso capire tutte le parole e il senso Della canzone.

    RispondiElimina
  2. Ho ballato, sballottata, ma l'ho fatto ;)

    RispondiElimina