Segnalazione: IL FANTASMA DI SCROOGE di Aizir G.Ziranov

mercoledì 30 dicembre 2015

Altra segnalazione della giornata per un racconto Horror edito Dunwich Edizioni in tema festivo (se così si può dire...)

IL FANTASMA DI SCROOGE

Titolo: Il Fantasma di Scrooge
Autore: Aizir G. Ziranov
Genere: Horror
Pagine: 41
Prezzo: € 0,99 (Gratis per Kindle Unlimited)
Link per l’acquisto
SINOSSI
«Maledetto Natale!» Una figura, di spalle, alla finestra. Indossa un trench logoro; i capelli bianchi, lunghi e sporchi si intravedono da un cappellaccio bucato e sudicio. «Che posto è questo?» Lydia non riesce a pronunciare nessuna parola. L’uomo tira su con il naso, rumorosamente. «Ti ho fatto una domanda, piccola peste. Esigo una risposta e ho già aspettato troppo.» Scoppia in una risata sguaiata. «Siamo a Staten Island, New York City. America.» «Cosa? America?» Lo sconosciuto si gratta la barba lunga. Comincia a camminare per la camera, passi lenti e cadenzati. Le catene che porta arrotolate al collo e agganciate ai pantaloni producono un cigolio agonizzante. Nota il libro sul letto. Lo afferra. «Hai letto Il Canto di Natale?» La ragazza fa un cenno affermativo con la testa. Lui tira su con il naso. «Dimenticatelo. Le cose sono andate un tantino diversamente.» «Tu sei Ebenezer Scrooge?» «In carne e ossa. Si fa per dire. Hai fatto un casino, bellezza.» Scrooge osserva il libro di Dickens che tiene ancora in mano. Storce la bocca e sbuffa.
L'AUTORE

Aizir G. Ziranov (San Pietroburgo, 10 aprile 1976) è uno scrittore e sceneggiatore russo.

Nel 2001 termina gli studi presso l'Università Statale di San Pietroburgo specializzandosi in Ingegneria Meccanica. Nel marzo del 2005 si trasferisce a New York City per cause di la-voro e si stabilizza nelle Staten Island. Vive in una villa mono-familiare in stile Tudor, nella zona residenziale  della collina di Fort Hill, con la moglie, due figli piccoli e due cani, Cip e Ciop.

Nel 2008 pubblica il suo primo libro, Un Digiunatore nella Colonia Penale, dove rielabora, mescola e riadatta alcuni rac-conti di Franz Kafka.


Nessun commento:

Posta un commento