NATALE DA CARRINGTON di Alexandra Brown - Recensione

martedì 22 dicembre 2015

Per la serie “arriva Natale” da oggi e fino al sei Gennaio posterò una serie di recensioni a tema di romanzi che sono ambientati durante le feste più magiche dell’anno.
La prima recensione riguarda un romanzo di HarperCollins Italia, “Natale da Carrington” di Alexandra Brown, una commedia romantica in puro spirito natalizio. E oltre alla recensione c’è anche una piccola sorpresa in fondo al post…
Natale da Carrington
Titolo: Natale da Carrington
Autore: Alexandra Brown
Genere: Commedia Romantica                        
Edizione: HarperCollins                                             
 
Sinossi:
 
Georgie Hart adora il Natale nei grandi magazzini Carrington. Responsabile del reparto borse di lusso, adora aiutare i clienti a trovare il regalo perfetto per la persona giusta. E quest'anno non fa eccezione, visto che in più ci sarà il muscoloso e affascinante Tom, il signor Carrington in persona, con cui passare questo giorno speciale. Ma i progetti di Georgie vengono completamente rivoluzionati quando Tom annuncia che nei grandi magazzini Carrington si svolgerà un reality televisivo, presentato dalla stravagante e potentissima Kelly Cooper. Alla prima puntata Georgie non viene mostrata sotto una luce troppo lusinghiera. E le cose vanno di male in peggio quando la viscida figlia di Kelly vuole mettere le grinfie proprio sul suo Tom. Georgie inizia a pensare che queste saranno le peggiori feste della sua vita, ma forse Babbo Natale ha in serbo una piccola sorpresa per lei. Non deve fare altro che aspettare Natale per scoprirlo..
La mia opinione
 
Il Natale è magia, è possibilità, è speranza. E allora quando tutto sembra ormai perduto, quando la persona in cui hai riposto fiducia improvvisamente si trasforma e diventa un’altra, l’unica cosa da fare è credere in quella magia lasciandosene avvolgere attendendo che le nostre domande ottengano risposta...e magari nel frattempo coccolarsi con qualche dolcetto per tirarsi su il morale!
 
I magazzini Carrington attraversano un periodo di crisi e devono risollevare la loro immagine, allora cosa c’è di meglio di uno show televisivo sul genere di "Cucine da incubo" per intenderci? Stravolgere la propria vita per le luci della ribalta potrebbe però avere conseguenze inaspettate.
 
Georgie, la protagonista della storia è una ragazza allegra e vivace nonostante un passato difficile che l’ha resa diffidente nei confronti degli uomini, ma che è riuscita a superare ricostruendo i rapporti che sembravano persi.  Ora ha una vita che sembra andare per il verso giusto: un lavoro nei magazzini Carrington come responsabile di reparto, un luogo che per lei ha un significato più profondo del semplice posto dove lavora; degli amici fidati e divertenti che sanno starle accanto e le vogliono bene, e un nuovo fidanzato, affascinante e dolce da togliere il fiato. E se tutto un tratto questa perfezione venisse stravolta proprio dalla troupe televisiva arrivata a “salvare” Carrington?
Tom è il proprietario dei magazzini Carrington, bello e affascinante, ma tutt’altro che arrogante o irraggiungibile come si potrebbe pensare per la sua posizione. In realtà è un personaggio che, nonostante il comportamento ambiguo che appare quasi inspiegabile, potrebbe realmente essere un principe azzurro: tenero, appassionato, giocherellone, divertente e con intenzioni più che serie. Insomma un uomo di cui è impossibile non fidarsi. E allora perché improvvisamente sembra comportarsi come il peggiore dei mascalzoni?
 
Tom e Georgie hanno pareri contrastanti sulla realizzazione del programma televisivo, ma, cosa più importante Tom non le ha detto nulla mantenendo il segreto sulla sua decisione di coinvolgere la tv per recuperare immagine e questo porta inevitabilmente allo scontro. Scontro che si trasforma in qualcosa  di ben più serio di un litigio e Georgie si trova ad affrontare le luci della ribalta da sola. Per fortuna ha accanto a sé una coppia di amici che sanno tirarla su di morale: l’amica Sam, sempre presente anche nei momenti più bui, che la protegge e la appoggia e ha un bar proprio dentro ai magazzini Carrington; e poi c’è Eddie, l’amico gay un po’ fuori dalle righe e molto attratto dallo star system, un animale da palcoscenico.
 
Lo show va avanti, Georgie viene ridicolarizzata ma questo sembra solo accrescere la sua fama, e, mentre piano piano si vede travolgere da tutto questo, dentro di sé il dolore per quel sentimento che sembra aver perso per sempre diventa sempre più difficile da accettare.
 
Perché Tom si è allontanato e l’ha cancellata dalla sua vita senza una spiegazione? Georgie deve ormai rinunciare alla possibilità di essere felice accanto alla persona che ama o la spiegazione è più semplice di ciò che appare?
 
Questa è una di quelle letture adatta alle serate di festa, quando con un bel plaid e una cioccolata calda ci si vuole tuffare in quell’ atmosfera calda fatta di luci colorate e festoni, dove il sentimento e la magia fanno da sottofondo a una storia frizzante e in certi momenti talmente surreale da strappare un sorriso.
 
Anche se si tratta di una commedia romantica, e su questo non vi è dubbio, l’autrice mette in luce come le apparenze spesso non siano solo sbagliate, ma sono in grado di innescare una serie di eventi e convinzioni capaci di generare loro stesse altri errori precludendosi una strada che potrebbe essere quella verso la felicità. Tutto questo lo fa prendendo in giro quel mondo televisivo fatto di lustrini e superficialità, in cui non importa come appari, basta apparire e avere il successo e la fama, anche a discapito dei propri principi.
L’autrice ha scelto di scrivere attraverso gli occhi della protagonista e mi ha permesso di concentrarmi molto su ciò che accadeva intorno a lei e dentro di lei, lasciando quella parte di mistero riferito al protagonista maschile necessario per mantenere viva l’attenzione durante la lettura.
Inizialmente ammetto di essere rimasta spiazzata, mi aspettavo qualcosa di diverso, poi leggendo mi sono ritrovata ad arrivare con semplicità alla fine, ho simpatizzato per la protagonista sia per la sua ironia che per la sua paura nel dare fiducia.
Un romanzo leggero, scorrevole e ironico.
 
E ora, come promesso veniamo alla piccola sorpresa. Lo sappiamo tutti, le pene d’amore sono difficili da affrontare, ma qualche dolcetto forse aiuta, e la nostra Georgie la pensa allo stesso modo. Se poi la tua migliore amica cucina dei cupcake da urlo perché non approfittarne? E io non sono stata da meno come potete vedere:
 
 
 
Questi sono i cupcake al cioccolato e arancia di Sam. Alla fine del romanzo, infatti, troverete alcune gustose ricette tutte da provare tra le quali proprio questa che condivido con voi:
 
 
 
Curiosi di scoprire le altre ricette? Non vi resta che acquistare il libro e andare alla fine, vi assicuro che i cupcake non mi erano mai riusciti e invece stavolta è andato tutto liscio, meglio di un libro di cucina :P
 
Buona lettura…e buon appetito!
 
 
 

11 commenti:

  1. Wow che tempismo! Io conto di finirlo prima di Capodanno, ammetto però di averlo già sfogliato e di aver intravisto già le ricette.. sono curiosa di provarle !

    RispondiElimina
  2. Questa sarà una delle mie prossime letture, non vedo l'ora, amo i libri che ti fanno entrare nello spirito natalizio! =)

    RispondiElimina
  3. Bello. Purtroppo non sono molto brava a cucinare, ci devo pensare a un dolcetto da proporre.

    RispondiElimina
  4. Non è propriamente natalizio ma io adoro il tiramisu *.* è in assoluto il mio dolce preferito!
    Mi piace in questa versione: con i pavesini al posto dei savoiardi, inzuppati nel caffè, alternati con panna e ricoperti di crema. Volendolo fare più leggero si può evitare di mettere il mascarpone e fare una crema più leggera, io poi preferisco mangiarlo senza cacao sopra. Un dolce che mi piacerebbe provare?
    Il pandoro in versione tiramisu, usando gli avanzati tagliati a bastoncino e alternandoli con panna e crema. Una bomba calorica mi sa XD

    Comunque un libro con le ricette al fondo? magari anche di cupcake? non posso non leggerlo!!

    Jessica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assolutamente farlo il pandoro tiramisù,è buonissimo!!

      Elimina
  5. Ci provo, anche perché adoro i libri con le ricette
    Devi sapere che sono drogata di Nutella, la mangerei ogni giorno per cui ti propongo un dolce fra i miei preferiti: la crêpe farcita di Nutella ovviamente. Innanzitutto bisogna preparare la pastella: tre uova medie, 250 grammi di farina, mezzo litro di latte, 40 grammi di burro e un pizzico di sale. Bisogna far sciogliere il burro, poi si amalgamano tutti gli ingredienti e io li mescolo con le fruste (occhio ai grumi). Imburrare una padella e versarvi un mestolo di composto: farla cuocere da entrambi i lati. Si può farcire con ciò che si vuole ma io consiglio la Nutella, ovviamente, ma vanno bene anche marmellate, crema pasticcera... Si può aggiungere anche una pallina di gelato e coprirla con zucchero a velo. Per chi non ama il dolce, la crepe è buona anche farcita salata <3

    RispondiElimina
  6. Un dolce che faccio spesso è il budino della bis-nonna:
    1 litro di latte
    120 gr di zucchero
    70 gr di farina
    la scorza di un limone
    100 gr cioccolato fondente
    30 gr cioccolato al gianduia
    un goccio alchermes.
    Mettere il goccio di alchermes nel contenitore per budino. Intanto nel pentolino mettere latte, zucchero, farina,e scorza del limone. cuocere per 10 min. spegnere il fuoco e mettere una parte del composto nel contenitore. Nel rimanente far sciogliere i cioccolati....versa tutto nel contenitore e metti in frigorifero. Come ogni dolce è più buono il giorno successivo! se poi lo capovolgete prima di mangiarlo avrete un budino di tre colori!!!
    La mia mail è: meteora4@vodafone.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amo i budini e questa versione non la conoscevo ma sembra ottima! Devo provare anche questa...ingrasserò 10 kg XD

      Elimina
  7. Deb.perdona LA mia poca fantasia e LA mia incapacità in cucina, ovviamente cerco cose semplici e alla mia portata. Adoro le sfogliatine alle mele, ma un dolce che farei l'albero di natale di pasta sfoglia alla nutella o anche salato. Prendete 2 dischi di pasta sfoglia pronta, ritagliare una sagoma a forma d'albero, poi a righe I lati, spalmare LA nutella o confettura o una crema salata, sovrapporre l'altra pasta sfoglia, precedentemente tagliata ad albero, arricciare i rami fra di loro e mettere in forno 180° x 15 min. Far raffreddare coprire con zucchero a velo e posizionare gli smarties come fossero palline colorate.

    RispondiElimina
  8. Uuuuh amo la cucina!!
    Ed in sto periodo i dolcetti vanno benissimo!! In verità metto la ricetta di uno dei miei 'cavalli di battaglia', ossia la TORTA DI ZUCCA E RICOTTA che propongo ad amici e parenti tra ottobre e novembre, quando l'amico di io suocero mi procura delle zucche strepitose!! :)

    TORTA DI RICOTTA E ZUCCA

    Ingredienti:

    • 250 gr di zucca
    • 250 gr di ricotta fresca
    • 50 gr di zucchero di canna (facoltativo, volendo si possono mettere solo 200 gr di quello bianco)
    • 150 gr di zucchero semolato
    • 1 bustina di lievito
    • 200 gr di farina
    • 50 gr di burro
    • 2 uova

    Procedimento:
    Iniziate pulendo la zucca (meglio se è di pasta bella arancione).
    Tagliatela a tocchetti e fatela lessare in abbondante acqua.
    Nel frattempo, mescolate con una frusta la farina e le due uova. Aggiungete lo zucchero e la ricotta e continuate ad amalgamare. Unite il burro morbido (modellatelo un po' col cucchiaio) ed infine la bustina di lievito. Continuate a mescolare – ora l’impasto risulterà asciutto.
    Scolate la zucca (lasciate però qualche cucchiaio d’acqua, che vi sarà utile) e frullatela. Una volta pronta, aggiungete la polpa all’impasto precedentemente preparato e amalgamate il tutto.
    Versate il composto in una tortiera imburrata ed infarinata e cuocete a 180°C per 40 minuti circa.

    La mia mail la sai: caillean85@gmail.com
    ^_*

    RispondiElimina