MOLTO DI PIÙ di Lane Hayes - Recensione

venerdì 13 novembre 2015

Buonasera, è il momento della recensione serale.
Voglio parlarvi di questo libro molto romantico, un M/M  decisamente adatto anche a chi ancora non si è approcciato a questo genere perché molto soft e delicato. Ne ho letti alcuni in questo periodo e devo ammettere che questo è quello che fino ad ora mi è piaciuto di più, proprio per questa sua caratteristica.

Molto di più


Titolo: Molto di più
Autore: Lane Hayes
Editore: Libro Aperto International Publishing
Data di uscita: 5 ottobre 2015
Genere: M/M Romance
Grafica: Catnip Design
Pagine: 246
Sinossi
Matt Sullivan è sicuro di sapere chi è e cosa vuole dalla vita: studente, atleta, eterosessuale, ansioso di laurearsi e d’iniziare la sua carriera di avvocato. Ma una sera come tante, incontra l’uomo più affascinante che abbia mai visto e da quel momento per lui non ci sarà più alcuna certezza.
Aaron Mendez lavora in una rivista di moda e sogna di fare il fotografo, è un uomo brillante e divertente, diffidente nei confronti di uomini etero che mostrano interesse per lui, da cui ha giurato di restare alla larga.
Nonostante non riesca a negare l’attrazione che lo spinge verso Matt, non se la sente d’iniziare qualcosa con chi è ancora alle prese con i dubbi e le incertezze, soprattutto se quel qualcuno ha già una fidanzata.
«Dovevo capire chi ero e cosa volevo, perché non potevo più negare che ciò che desideravo era proprio Aaron»
  
Siamo fatti di tante sfaccettature, alcune di cui siamo consapevoli, altre che forse non abbiamo mai esplorato per paura, per vergogna o, semplicemente, perché abbiamo preferito seguire la scia di una strada più semplice, quella che ci si aspetta da noi. Però i sentimenti sono un’arma potente, in grado di stravolgere, trasformare e fare emergere proprio quel lato di noi che non conoscevamo, silenzioso ma presente. 

Matt è uno studente di legge, determinato, sportivo quanto basta e soprattutto etero. C’è da dire che la sua fidanzata storica per lui è la compagna ideale a mantenerlo nel suo bozzolo di sicurezza: si vedono raramente, il dialogo è limitato e non c’è un impegno serio (almeno da parte sua). Tutte le sue certezze vengono spazzate via dall’incontro con Aaron. Non ci sarebbe nulla di strano in una conoscenza durante una serata con amici, se non fosse che quel ragazzo bellissimo scatena in lui un sentimento tutt’altro che di amicizia. 

Aaron è bello, divertente, vitale, brillante. Sembra notare Matt, ma c’è un problema per lui insormontabile: la sua totale allergia a ragazzi che sembrano “confusi” nella loro sessualità. Aaron sa ciò che è e non ha mai voluto nasconderlo, anche a costo di soffrire. Non vuole lasciarsi andare per poi trovarsi con il cuore spezzato per aver creduto in qualcuno che invece voleva solo fare un’esperienza diversa.

Due persone così distanti possono trovare un punto d’incontro? L’attrazione e il sentimento che sembra nascere in entrambi può sconfiggere la paura del giudizio e il timore di una delusione? 

«Avrei potuto piangere per quella tenerezza. Non avevo mai sentito una tale connessione con qualcuno. Un’ondata di sentimento, così forte da farmi sentire debole, che mi faceva chiedere perché con Aaron tutto fosse molto di più»

Finalmente una “STORIA D’AMORE”, i sentimenti sono i veri protagonisti e l’erotismo è presente solo nei momenti opportuni e descritto con delicatezza, senza volgarità.
Ho amato entrambi i personaggi, mi hanno suscitato tanta tenerezza e trasmesso dolcezza. 
Vedere le loro difficoltà a lasciarsi andare in una storia che per motivi diversi non avrebbero voluto o davanti alla quale non avrebbero creduto di trovarsi, il loro cercare di comprendere se stessi ma anche quella fiammella che sentono accendersi nel cuore, li rendono più vicini al lettore. 

Ammetto di avere una preferenza per Matt, perché mi ha coinvolto nelle sue paure e nelle sue difficoltà ad accettare una parte di sé di cui era inconsapevole, e poi con la sua determinazione e sofferenza nel cercare di stabilire un contatto con Aaron ricercando quel lieto fine tanto desiderato. 

Anche Aaron è un personaggio interessante, forse inizialmente mi sono ritrovata perplessa perché alcuni suoi atteggiamenti e parti del suo aspetto richiamano uno stereotipo del ragazzo gay che mi pare troppo calcato, con i suoi lustrini, le frivolezze e i suoi modi “libertini”. Probabilmente l’autrice ha proprio voluto questo, per mettere ancora più in luce una storia d’amore che va oltre le diversità. Quello che mano a mano si scopre di Aaron va, però, più nel profondo e mi ha suscitato in alcuni momenti tristezza, mentre in altri mi sono divertita per la sua leggerezza. 

L’autrice, con la sua scrittura semplice e diretta, priva di un gergo “pesante”, ha costruito una trama, una storia, senza limitarsi alla superficialità di un rapporto consumato immediatamente, bruciante di passione, ma facendolo crescere lentamente, mettendo in campo prima di tutto sensazioni e sentimenti. 

In conclusione è un d’amore dolce, tenero, in cui non mancano sofferenza e desiderio. Se avete qualche dubbio sul genere perché temete di ritrovarvi davanti a un certo tipo di storia, lasciatevi tentare perché qui c’è “Molto di più”.


La mia valutazione:  


3 commenti:

  1. Non ho ancora letto nulla di questo genere… ma mai dire mai! Questa mi sembra una storia molto dolce
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. ultimamente Libro Aperto sta facendo delle uscite molto interessanti! poi vedo una maggior cura nelle copertine e un interesse maggiore verso i lettori. Questo mi piace molto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti hanno rifatto il look anche alle vecchie copertine.Ora se ne occupa Pam che è molto brava.Vedrai la prossima uscita,io trovo la copertina fantastica :)

      Elimina