Un libro in vetrina: IL CODICE DELLA STREGA di Federico Negri - Ambientazione e la strega Alina

giovedì 22 ottobre 2015

IL CODICE DELLA STREGA

Buongiorno eccoci qui con il secondo post in cui parliamo della saga dark fantasy IL CODICE DELLA STREGA Federico Negri.

Se vi siete persi il primo potete trovarlo qui.
IL CODICE DELLA STREGA



Gli argomenti di oggi sono due: parleremo della particolare ambientazione della saga e della seconda strega che incontriamo: Alina.

L'AMBIENTAZIONE.
Come avevamo accennato nel post precedente, le vicende si svolgono in uno scenario particolare e quasi post-apocalittico. La Terra è stata devastata da una guerra tra nazioni che l'ha divisa. Le risorse sono limitate e il mare ha sommerso parecchie terre che un tempo si conoscevano.
Il futuro in cui si svolge la storia e che ci viene mostrato ha strumenti e mezzi di trasporto ultramoderni (ad esempio gli aeroscafi volanti usati per gli spostamenti), ma al contempo riesce ad evocare scenari più ancestrali. La presenza delle streghe, luoghi bui e nascosti, sotterranei, l'aleggiare della magia, i rituali creano un'atmosfera molto simile al medioevo.
Una scenografia ricca e particolareggiata, ma soprattutto davvero originale.
♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣
ALINA
Giovane, inesperta, si lascia trasportare dai sentimenti e dall'emotività.

Alina è una strega da poco tempo e molte delle cose che riesce a fare con il suo potere o che fanno parte di questo mondo sfuggono al suo controllo.
La magia che scorre in lei è potente, ma non sa ancora gestirla completamente a suo piacimento e questo la rende anche insicura delle sue capacità.
Il suo lasciarsi guidare da sensazioni e sentimenti, seppur distinguendala, diventa per lei una debolezza che le costa non pochi pericoli.
Presa sotto l'ala protettiva di Kasia e del clan Santuini, diventa parte integrante della "famiglia". Il suo non aver preso parte alla guerra e agli asti sorti tra i vari clan di streghe fa sì che non abbia pregiudizi, e che si lasci guidare dalla fiducia e dalle azioni delle streghe con cui viene in contatto, a volte a ragione, a volte meno.
È un personaggio chiave della serie, che riesce a inserire un tocco di romanticismo con la sua infatuazione per l'umano Hansi. 
♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣

Allora quale tra Kasia e Alina vi attira di più come personaggio? Ricordate che manca ancora una strega da conoscere, con un carattere davvero forte, quindi non mancate all' appuntamento di giovedì prossimo.

Vi ricordo i contatti dell'autore:


5 commenti:

  1. Difficile segliere tra le due streghe, penso che ognuna abbia la sua caratteristica e unicità. Peró posso dire che la postilla finale, dove c'é in tocco di romanticismo in Alina, opto per quest'ultima.

    RispondiElimina
  2. L'ambientazione è veramente suggestiva, mi piace quando si mescola il moderno al passato.
    Bacione

    RispondiElimina
  3. L'ambient post-apocalittico, che quindi poi si allaccia a faccende quasi medievali come possono essere i viaggi a cavallo o l'uso delle spade etc, è qualcosa che amo particolarmente e che ho scoperto grazie a Terry Brooks, uno dei re del fantasy. Il personaggio della strega, poi, è qualcosa che mi affascina sempre moltissimo: le due che finora hai approfondito sono, tra l'altro, molto diverse tra loro eppure complementari. Sono certa che anche la terza metterà pepe al gruppetto. ^^

    RispondiElimina
  4. alina si discosta parecchio da Kasia, mentre Kasia è più riflessiva ALina è molto più istintiva e l'amour oh l'amour ahahah

    RispondiElimina
  5. ho già avuto modo di constatare nell'altra serie la bravura di Federico nel creare l'ambientazione, quindi sono certa che anche questa sia spettacolare :)

    RispondiElimina