PRIMA CHE TU VADA VIA/DIMMI CHE BALLERAI CON ME di Victoria Vílchez - Recensione in Anteprima "Dimmi che ballerai con me"

mercoledì 28 ottobre 2015


Buongiorno, oggi vi parlo di questo libro particolarissimo di Victoria Vílchez. Questo romanzo è diviso in due: potrete leggere la storia sia dal punto di vista del protagonista maschile, che da quello femminile, semplicemente vi basterà...capovolgerlo! (Ovviamente parliamo del cartaceo ^^).
Quante volte abbiamo dovuto attendere magari un sequel per poter leggere la storia vivendola come l'ha vissuta "l'altro protagonista?". Questa volta non è necessario, e io oggi vi parlerò proprio di "Dimmi che ballerai con me", ovvero il punto di vista maschile (lo sapete che li amo!! )
Ringrazio di cuore la casa editrice Libro Aperto International Publishing, Antonella e Pam per il loro lavoro, per avermene mandato una copia.




«Dimmi che ballerai con me» mi chiese, tirandomi di nuovo a sé.
«Prima che tu vada via.»
L’ultimo ballo lo dedicavo sempre a lui.




Titolo: Prima che tu vada via/Dimmi che ballerai con me
Titolo originale: Antes de que digas adiós/Dime que bailarás conmigo
Autore: Victoria Vílchez
Traduttore: Monica Landini
Grafica: Catnip Design
Data di pubblicazione: 26 ottobre 2015
Pagine: 206
Genere: New Adult
ISBN cartaceo: 9781910442425
ISBN eBook: 9781910442432

Sinossi:
Ariadna è una donna insicura e ostinata che ha preso la sua decisione: stare lontana dagli uomini, costi quel che costi.Lucas è un vero seduttore, dannatamente sexy e miglior amico di Ariadna.Una linea sottile separa l’amicizia dal desiderio e quel desiderio può costare caro a entrambi. Possono accettarlo e fare finalmente il grande passo, oppure perdersi per sempre.Quanto saranno disposti a rischiare l’uno per l’altra?Stai per conoscere la storia di Ariadna, ma come per tutte le storie, non esiste una sola versione.Sei pronto a conoscere Lucas e il suo punto di vista?In Dimmi che ballerai con me scopriremo i sentimenti e le reazioni di Lucas davanti alle scelte di Ariadna.Due protagonisti, una storia, due versioni e un finale incredibile.

Victoria Vílchez (Tenerife, 1980), laureata in Biologia presso l’Università La Laguna e specializzata in Biologia Marina, è da sempre una lettrice instancabile. Ha partecipato a diverse antologie di genere Horror e Romance, tra cui Catorce Lunas (Ediciones Kiwi 2013), da lei coordinata, insieme ad altri tredici noti autori spagnoli e con un prologo a cura di Blue Jeans, autore delle trilogie di successo Canciones para Paula e Buenos días, princesa. Nello stesso anno pubblica il suo primo romanzo, Antes de que digas adiós, un New Adult pubblicato da Ediciones Kiwi che gli ha conferito la nomina di autrice rivelazione dell’anno nella sezione Romance nell’aprile 2013. Nel 2014 pubblica La portadora de almas dove si cimenta con il genere Paranormal, e nel settembre dello stesso anno, Antes de que decidas dejarme, ritornando al genere New Adult che l’ha portata al successo. Nel gennaio 2015 Antes de que digas adiós viene ristampato in una nuova edizione, con l’aggiunta di Dime que bailarás conmigo. Nel maggio 2015 si cimenta con il genere Romance contemporaneo con Y si de verdad te quiero, mentre a ottobre 2015 pubblica un nuovo New Adult dalle tinte Paranormal, Fuego y Espinas.



Nella vita purtroppo non è dato sapere cosa passa nella mente delle altre persone. A volte ci arrovelliamo cercando di comprenderne i comportamenti e agire di conseguenza, se poi parliamo di sentimenti le cose si complicano ulteriormente: entrano in gioco paure, insicurezze, desideri...  

Vi sto per parlare della storia creata da Victoria Vílchez vista con gli occhi di Lucas. 



Lucas è un gran bel ragazzo, attraente e non ha certo bisogno di farsi in quattro per conquistare le donne, ci sa fareha la battuta sempre pronta e le ragazze cadono ai suoi piedi. Per lui però vige una sola regola: mai portarsi a letto la stessa ragazza per più di una volta. Non ama gli impegni, non vuole affatto una relazione stabile. La sua vita si divide tra studio, lavoro serale in un pub e ...le donne, ovviamente.
«Le sue guance si arrossarono talmente tanto che ebbi voglia di accarezzarle. Non mi era mai capitato di supplicare per avere l'attenzione di una ragazza ed era la prima volta che sentivo il bisogno di entrare nella vita di qualcuno. Di entrare per restare.»
Cambia tutto nel momento in cui posa gli occhi su Ariadna. Lucas sente subito che lei è diversa, anche se non sa spiegarsene il motivo e, soprattutto, non capisce quali siano i suoi stessi sentimenti verso di lei: ogni volta che la vede sente il bisogno di proteggerla, di averla sempre accanto, di instaurare un rapporto che vada al di là del semplice contatto fisico. Per uno come lui, convinto che il suo futuro sarebbe stato ancora a lungo costellato di conquiste, tutto ciò che sente è nuovo e inspiegabile, l'unica cosa di cui è certo è che non vuole perderla.

Sin dal primo sguardo e poi durante il primo approccio, Lucas capisce che Ariadna vuole stare alla larga dai ragazzi, che il suo atteggiamento scostante, il suo sfuggire gli sguardi è un modo per tenersi lontana da ogni occasione. Non ne comprende il motivo, ma certamente capisce che con lei fare la parte del playboy non può funzionare, la farebbe solo scappare. Come riuscire ad entrare a far parte della sua vita e superare le sue barriere?

Il rifiuto di lei lo spiazza, il suo ritrarsi lo stuzzica, la paura di perderla gli fa prendere l'unica decisione che sembra possibile: sarà suo amico, solo ed unicamente un amico, il migliore. Ma per farlo crede di doversi mostrare per ciò che è...o meglio, per ciò che era. Però si sa, il filo che divide l'amicizia dall'amore è sottile e spezzarlo potrebbe significare perdere tutto e soffrire.

Quando pian piano i sentimenti crescono, quando passare ogni istante insieme basta a riempire una giornata, quando la sola presenza di lei gli fa perdere qualsiasi interesse per le altre donne, cosa potrà scegliere Lucas? Mettersi a nudo dichiarandosi per poi rischiare di perdere per sempre Ariadna, o continuare a soffrire in disparte ma potendo godere della presenza di lei nella sua vita?

La storia è semplice, delicata e romantica. Il fatto che tutto inizi con un'amicizia, attraverso la complicità della quotidianità la trovo una cosa bellissima e che cattura il cuore. L'autrice riesce a portare il lettore proprio nella testa del protagonista, a vedere con i suoi occhi e sentire tramite le sue emozioni.

Lucas è un ragazzo che mi ha colpito per come mette Ariadna e i suoi sentimenti (o almeno quelli che crede siano) al di sopra anche dei propri, per la sua capacità di starle accanto come un reale amico nonostante l'attrazione, per il suo lasciarsi trasportare e coinvolgere da un sentimento forte che viene completamente dal cuore.

E poi c'è qualcosa che realmente mi ha conquistato durante la lettura e che rende questo libro così diverso e unico rispetto ad altri che ho letto finora: la possibilità di immedesimarsi "davvero" nel protagonista di cui si sta seguendo il punto di vista.
Lo dico prima che qualcuno possa porre la domanda: ma non è forse la stessa cosa che accade quando i libri sono scritti con il doppio punto di vista? No, assolutamente no!!
E il perché ve lo spiego subito: con la contemporanea possibilità di conoscere la storia attraverso gli occhi di entrambi i suoi attori, ci saranno sempre dei momenti in cui questi punti di vista si vengono a intrecciare e, quasi sempre, l'autore è portato a far convergere i pensieri e i sentimenti per creare una scena unica. Sta proprio qui la particolarità di questo libro, si ha solo ed esclusivamente la possibilità di entrare nella testa del personaggio che si sta seguendo in quel momento, ci si immedesima perché comprendi le sue difficoltà e i tentativi per interpretare l'altro e i suoi gesti, i tormenti delle incertezze e i dubbi per le azioni compiute. E non è forse questo che accade a chiunque di noi nella vita di tutti i giorni?

La mia valutazione: 




23 commenti:

  1. Ooooh che tenero! La citazione mi ha stesa!! *^* inutile dire che se avessi il libro tra le mani inizierei subito con il pov di Lucas... :-D
    Comunque mi piace che siano inizialmente amici e che poi quel legame si trasformi.. la trovo una cosa molto vera e naturale, come succede spesso nella vita.. non è uno dei classici colpi di fulmine che spesso trovo forzati.... bello bello!!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo su tutto Alessandra...e la citazione ha steso anche me, per quello l'ho messa ;)

      Elimina
  2. Questa recensione è meravigliosa, si vede che sei entrata appieno nel mondo di Lucas ed è davvero bello perchè vuol dire che l'autrice ha fatto un'ottimo lavoro nello scrivere questo libro. Grazie per far entrare anche noi in questo mondo. A presto con l'ultima tappa!!!

    RispondiElimina
  3. La cosa delle due versioni trovo sia un'idea davvero brillante! Ottimo approfondimento!

    RispondiElimina
  4. Il libro mi piace moltissimo, ed sono veramente contento del fatto che avremo due versioni della storia, con prospettive diverse

    RispondiElimina
  5. Belliiiiissima tappa! *^* La recensione mi ha fatto capire cosa si prova a dover leggere questo libro ed è una sensazione fantastica! Anche se il libro è sempre quello cmq stai vivendo la storia da un altro punto di vista, e se a volte le cose si intrecciano, ci sono altre volte che scopri cose nuove ed è magnifico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina! è quello che mi ha colpito di più :D

      Elimina
  6. Che bella tappa è che recensione stupenda, faccio il possibile per commentare tutte le tappe!!! Un bacione

    RispondiElimina
  7. Bellissima anche questa tappa! Adoro leggere i libri dal punto di vista maschile, perché ogni volta che leggo un libro, mi chiedo che caspita gli passi in testa a questi uomini!! Complimenti per la recensione, è fatta benissimo ed è davvero interessante! Questo blog tour mi piace sempre di più! Speriamo di avere fortuna, così da poter leggere questo libro! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  8. La vicenda si fa sempre più interessante :)

    RispondiElimina
  9. cara Deb le tue recensioni sono sempre accurate e meravigliose e anche stavolta devo darti merito di aver fatto un lavoro accurato, la citazione mi ha colpito moltissimo, devo essere sincera che trovo questo libro sempre più interessante spero di essere la fortunata, ma anche non dovesse accadere è già nella mia WL
    condiviso su
    https://www.facebook.com/stefania.mognato/posts/10205355291297582?pnref=story
    https://plus.google.com/u/0/113323159535376562702/posts/9atK6LEVFFJ
    https://twitter.com/streghetta6831/status/659372258868244480

    RispondiElimina
  10. eccoci finalmente alla tua tappa! :)
    mi invogli sempre a leggere i romanzi e in questo caso già mi incuriosiva molto quindi... devo leggerlo ;)
    questa volta è davvero difficile, ci sono almeno due parole che ci stanno bene come contrari... mi butto su una, ci provo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora hai in mente le stesse due che ho io ;-) Buona fortuna <3

      Elimina
  11. Anche questa tappa è molto invitante, complimenti... *___*
    Adoro l'idea di potermi concentrare su un personaggio per volta, di entrare completamente nel suo mondo e nel suo sguardo... E allo stesso tempo, avendo il romanzo tra le mani, sarei continuamente tentata di capovolgerlo e ricapovolgerlo, per sapere come viene vissuta e sentita la medesima scena da Lucas e da Ariadne (una possibilità non da poco!)!

    RispondiElimina
  12. Amo quando a raccontare una storia non è solo un personaggio <3 stupendo!complimenti: )

    RispondiElimina
  13. Davvero una bellissima recensione! complimenti!
    Ora mi è chiara una cosa: Devo leggere questo libro! Amo quando la storia è raccontata da due punti di vista e sento già che amerò Lucas! <3

    RispondiElimina