LITHIUM di Chiara B.D'Oria e Marika Cavalletto - Recensione

venerdì 16 ottobre 2015

Oggi giornata di paranormal, ho deciso di parlarvi del primo di una serie Urban fantasy dallo sfondo romance che mi ha preso tantissimo: vampiri, licantropi, cacciatori e due ragazze che si trovano a fare i conti con un mondo di cui ignoravano l'esistenza e che ora sembra essere diventato il loro destino.

La serie si chiama St.Jillian ed è una trilogia di cui sono stati pubblicati i primi due capitoli. Nei prossimi giorni vi parlerò del secondo, ma ora partiamo a scoprire questa storia.



Titolo: Lithium
Autore: Chiara B.D'Oria e Marika Cavalletto
Serie St.Jillian
Editore: Self publishing
Genere: Urban fantasy romance
Pagine: 321
Amazon
Sinossi
Il Destino regola inevitabilmente le nostre vite, intrecciandole, sovrapponendole e poi strappandole senza pietà. Questa è la storia di Mya e Chrissie, due ragazze che lasciano l'Italia per studiare all'estero, due ragazze che scappano da un passato impossibile da dimenticare. Fuggono, si nascondono, ma il Destino le travolge ancora, rinchiudendole in una realtà da incubo, una realtà dove i mostri sono reali e non solo ricordi insistenti. Un Dark Fantasy che lega le vite di diverse persone alla ricerca della loro strada, in un mondo irreale, governato da un'entità incurante. Perché il Destino ci ama e ci odia con la stessa intensità, ma a noi, povere pedine del suo folle piano, l'odio sembra prevalere.

♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣
La mia opinione

Legami di amicizia, amori contrastati, pericoli sovrannaturali e destini già scritti si intrecciano a creare una trama che riesce ad essere originale utilizzando elementi classici del genere di appartenenza, inserendo elementi nuovi e un richiamo a leggende passate.

Mya e Chrissie, due ragazze italiane unite da una profonda amicizia e un passato di sofferenza che le ha ancor più avvicinate. È proprio il dolore la molla che le spinge ad allontanarsi dai ricordi e trasferirsi a St.Jillian, in Scozia dove la loro vita viene radicalmente stravolta, ma non nel modo in cui si aspettavano.

Chrissie inizialmente appare come una ragazza distratta, tendenzialmente superficiale, ritardataria e allergica alle responsabilità anche a causa del suo passato. È proprio lei che si ritrova a dover affrontare il cambiamento maggiore, a doversi assumere la responsabilità di un destino che le è piovuto addosso inaspettato.

Mya, al contrario di Chrissie è la più responsabile, concreta, organizzata, razionale. La profonda sofferenza e il senso di perdita che prova l'hanno resa chiusa verso l'amore. 

Inizialmente ho un po' faticato a entrare nella storia perché la struttura scelta dalle autrici è particolare. Si alternano i punti di vista di tutti i personaggi che si incontrano, oltre a trovare flashback che descrivono avvenimenti accaduti in un passato lontano o recente. Fino a quando non si cominciano a capire i ruoli e i protagonisti che si hanno davanti si tende a perdersi, ma una volta entrati nella storia quello che appariva come un difetto diventa a mio parere il punto di forza del romanzo. Avere la possibilità di conoscere i pensieri e le sensazioni di tutti i personaggi è qualcosa che li avvicina di più al lettore, mentre i racconti del passato svelano la trama poco alla volta e la completano.

Accanto a Mya e Chrissie, protagoniste indiscusse, troviamo Will, il bel vampiro.

Will mi ha colpito subito, forse per la sua sfacciataggine, per la sua pungente ironia, a volte per la sua "pazzia", ma si creano momenti esilaranti in sua presenza, soprattutto assistendo ai suoi dialoghi mentali con un fantomatico alter-ego. 

La presenza di Will si intreccia con la vita di Chrissie, il loro rapporto è fatto di continui battibecchi e frecciatine, anche qualche insulto se devo essere onesta, ma ovviamente dove l'antipatia regna...

Man mano che la trama si snoda e gli eventi iniziano a delinearsi entrano in scena altri personaggi che riescono a catturare l'attenzione del lettore. Il mio preferito al momento è Damian, cacciatore di licantropi tremendamente sicuro di sé, arrogante e playboy. Non ha nessuna intenzione di mettere la testa a posto...almeno fin quando non trova qualcuno capace di tenergli testa come nessun altro.

Come faranno queste due ragazze dalla vita normale a riuscire a destreggiarsi tra licantropi, vampiri e cacciatori?

Lithium mi ha affascinata e tenuta incollata alle pagine, con una trama ricca di spunti originali come l'origine dei licantropi e la nascita dei vampiri, o i ciondoli di litio per riconoscere questi esseri sovrannaturali. 

Momenti divertenti e intrecci romantici mi hanno coinvolto al punto che ho dovuto subito leggere il seguito, di cui vi parlerò domani.

La mia valutazione: 





1 commento:

  1. anch'io l'ho trovato molto particolare, complesso ma pieno di personaggi e avvenimenti interessanti :) sono curiosa di leggere cosa dirai del seguito, non sono ancora riuscita a leggerlo!

    RispondiElimina