Recensione in Anteprima:L’ASSASSINO DELLA PORTA ACCANTO di Manuela Dicati

mercoledì 30 settembre 2015

Ed eccoci qua, finalmente posso parlarvi di un libro che mi è piaciuto tantissimo e che ho potuto leggere nella sua edizione self. Il romanzo di cui vi parlo oggi è sbarcato in casa Newton Compton e uscirà domani 1/10. Si tratta di un  romantic suspense ambientato a Firenze in cui alle indagini si intreccia una storia d’amore dolcissima: L’ASSASSINO DELLA PORTA ACCANTO di Manuela Dicati

Prima di lasciarvi la mia opinione qualche premessa dovuta. Il romantic suspense è un genere che sta conoscendo la sua diffusione italiana da pochissimo tempo, mentre al di là dell'oceano ha un pubblico vasto. Io non conoscevo questo tipo di romanzi, quindi non sapevo cosa aspettarmi e il fatto che il giallo sia un genere che non mi intriga particolarmente mi rendeva molto titubante. Ho voluto fare un tentativo proprio con questo libro perché avevo appena letto il primo e precedente romanzo di questa autrice, di altro genere, che mi aveva colpita positivamente. Bene, posso dire mai inizio e scelta furono più azzeccate, mi si è aperto un mondo, ho scoperto che il romantic suspense, se ben scritto, è emozione e adrenalina condensate in un’ unica storia. 
Quindi se ancora non lo conoscete approfittatene e dategli una possibilità, magari partendo proprio da questo libro come ho fatto io ;)

L'assassino della porta accanto

Titolo: L’assassino della porta accanto 
Autore: Manuela Dicati 
Autoconclusivo 
Editore: Newton Compton 
Genere: Thriller romance/Romantic suspense 
Prezzo: 12,00 cartaceo / 4,99 ebook 
Pagine: 385 
AMAZON - CASA EDITRICE
Sinossi

Michela Bellani, giovane chef nel ristorante che gestisce con un’amica a Firenze, si è appena trasferita in un nuovo appartamento. Il vicino di casa è l’ispettore di polizia Gabriele Vittori, un tipo dai modi irritanti ma con una discreta dose di fascino. Una notte qualcuno entra in casa di Michela e solo il fortuito intervento di Vittori riesce a mettere lo sconosciuto individuo in fuga. L’indomani la ragazza, ancora spaventata, sporge denuncia, e cerca di riprendere la sua vita senza farsi influenzare troppo dall’accaduto. Anche se qualcosa è successo perché l’eroico soccorso da parte di Gabriele ha aperto una breccia nel cuore della giovane… Ma sembra che il destino si sia messo di traverso e una serie di sfortunati episodi mettono seriamente a repentaglio la serenità di Michela. Sono davvero tutte incredibili coincidenze come il quieto vivere suggerisce, o dietro questa serie di circostanze si nasconde un disegno criminale? E intanto, il cielo sopra Ponte Vecchio non promette niente di buono...

Tra i vicoli di Firenze anche le pietre hanno gli occhi…

♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣
LA MIA OPINIONE

Avvincente, frizzante, coinvolgente.

Sentimenti e mistero, suspense e azione, amicizia e senso del dovere, pericolo e passione. La storia ideata dall'autrice riesce a coinvolgere e a trascinare il lettore nelle indagini, ad un ritmo sempre più incalzante, senza farsi mancare momenti di azione concitati che tengono con il fiato sospeso, attimi di tensione, colpi di scena, ma anche momenti d'amore e tenerezza che nella loro semplicità hanno la capacità di apparire assolutamente reali.

MichelaMichela Bellani è una giovane donna che sta faticosamente e felicemente ricominciando la sua vita dopo un passato difficile che l’ha profondamente segnata. La positività e l’orgoglio per il suo nuovo inizio però, vengono ben presto turbati dallo sconosciuto che tenta di entrare nel suo nuovo appartamento, innescando una serie di eventi e pericoli del tutto inaspettati. Nonostante la comprensibile paura, Michela dimostra sin da subito tenacia e la forza sufficiente per affrontare la nuova situazione. Ancora molto condizionata dalla sua storia passata è difficile per lei lasciarsi andare e avere fiducia negli uomini, ma quando incontra il suo nuovo vicino di casa, l’ispettore Gabriele Vittori, scatta da subito la scintilla dell’amore. Michela è dolce, allegra, sensibile, ma anche testarda e intelligente. Ama profondamente la sua famiglia e la sua migliore amica Chiara, oltre al suo lavoro di chef.

Gabriele
Gabriele Vittori, il bell’ispettore della porta accanto! Chiuso quel che basta per risultare intrigante, integerrimo poliziotto dai modi apparentemente bruschi, sa affrontare i pericoli senza farsi travolgere, con intelligenza, senso del dovere e prontezza di spirito. Anche lui ha un passato non semplice, scandito da un rapporto conflittuale e irrisolto con i genitori che l’ha allontanato dall’idea dell’amore. Ma come spesso accade, é proprio chi rifugge l’amore che spesso ha solo bisogno di trovare qualcuno che vi creda quanto lui, che gli dia la possibilità di dimostrare tutta la sua capacità di amare.

Tra Gabriele e Michela è scintilla immediata, qualcosa che scatta nonostante i loro timori e il loro vissuto. Un sentimento che, nonostante nasca come un colpo di fulmine, è condito di quelle scaramucce e frecciatine capaci di renderlo frizzante al punto giusto, delicatezza e romanticismo, passione e piccole liti che lo rendono vivido e reale, totalmente credibile. Il loro amore diventa la forza che li tiene uniti nell’affrontare il pericolo che incombe su di loro.

Questo sentimento sarà abbastanza per far loro superare ostacoli e minacce, o si trasformerà nel loro fatale punto debole?

Ci sono tanti aspetti che mi hanno fatto apprezzare questo romanzo.

Oltre alla storia d’amore delicata e romantica e ai due protagonisti che mi sono rimasti nel cuore, accanto a loro l’autrice ha saputo creare personaggi secondari talmente ben caratterizzati e raccontati da avere la sensazione di assistere ad altre storie nella storia, tanto che di alcuni di loro vorrei assolutamente avere un seguito. Quelli che più mi hanno colpito sono sicuramente i due più cari amici dei protagonisti, Raffaele e Chiara, anche loro alle prese con un feeling che non riescono, o non vogliono, spiegarsi; e poi i fratelli di Michela, ognuno con un carattere diverso ma accomunati dall’affetto e il senso di protezione verso la sorella; la scorta di Michela, con il loro modo di proteggerla a volte diffidente e scostante ma la capacità di sacrificarsi per compiere il loro dovere. Anche i cattivi però hanno il loro vissuto, vengono sviscerati, tratteggiati approfonditamente.

L’autrice tratta diversi temi con semplicità e onestà, trasmettendone il pathos e l’emozione senza appesantirli. Amicizia vera, senso della famiglia, rapporti conflittuali con i genitori: tutti aspetti presenti, raccontati e vissuti nel contesto del romanzo. Si tocca anche il tema della violenza sulle donne, fisica e psicologica. La Dicati riesce a coglierne perfettamente alcuni aspetti, alcuni meccanismi messi in atto dagli uomini per annientare la volontà della donna che hanno accanto e renderla succube e sottomessa, incapace di reagire.

Scene d’azione decisamente ben descritte, tanto che spesso durante la lettura mi è capitato di pensare che questo libro sarebbe particolarmente adatto per essere trasformato in un film.

La trama gialla è articolata, mi sono ritrovata a seguire le indagini ponendomi le stesse domande degli ispettori in alcuni casi, o in altri ad avere elementi in mano che avrei voluto condividere con loro per aprirgli gli occhi e indirizzarli sulla giusta strada.

L’ambientazione totalmente italiana, unita ad avvenimenti facilmente riconoscibili come eventi possibili nella realtà, rendono questa storia e i suoi protagonisti ancora più verosimili.

Manuela Dicati ha un’ottima padronanza della scrittura, fluida, diretta, scorrevole, dal ritmo incalzante e costante; capace di descrivere luoghi e avvenimenti senza dilungarsi eccessivamente e creare personaggi forti della loro semplicità e umanità.

Un romanzo che sa rendere partecipe il lettore, lo fa emozionare, stare in ansia, porsi domande, costruire ipotesi, innamorarsi di alcuni personaggi e odiarne altri. 
Un giallo dal cuore romantico, un romance intriso di suspense.

      La mia valutazione:    1 punto 1 punto 1 punto / quasi 5


4 commenti:

  1. Grazie Deb... bellissima recensione.

    RispondiElimina
  2. Mai provato questo genere, ma farò come hai suggerito tu: inizierò con questo libro <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono sicura che ti piacerà, visto che ami i gialli. E la storia d'amore è davvero romantica ^^

      Elimina
  3. Anch'io amo i gialli, come si sarà capito specie quelli un pò truculenti XD Sono titubante a provare la componente romantica associata all'indagine ma se non altro mi sembra una cosa molto nuova e trovo stimolanti le novità. Assomiglia a un compromesso fra il giallo e il romantico... Dovessi avere bisogno di emozioni un giorno lo proverò :)

    RispondiElimina