Chiacchiere tra blogger 1^ - Elisa&Deborah

mercoledì 15 luglio 2015

Chiacchiere tra blogger

Una nuova e bella iniziativa di Sara del blog Parliamo di Libri a cui partecipo volentieri perché, come ha detto lei, avere un blog significa anche conoscere altri blogger con la tua stessa passione e, anche se non si ha la possibilità di incontrarsi nella vita reale è bello poter capire meglio chi c'è dall'altra parte del monitor e fare due chiacchiere.

Oggi mi prendo un "tè virtuale" con Elisa, del blog Devilishly Stylish . Ma prima ci presentiamo:

Elisa
 27 anni, una cassettiera piena di trucchi e quattro librerie piene di libri. Aggiungete un'armadio pieno di scarpe, e una dipendenza da tè nero e sushi, e avete il mio ritratto.
Sogno di vivere lontano dalla città, di avere un cane e almeno due bambini, perché da quando all'asilo dicevo orgogliosa "da grande voglio fare la mamma!" non sono cambiata granché. Amo in modo sfrenato e compulsivo il Natale e tutto ciò che lo riguarda, la mia stagione preferita è l'inverno e non so dire di no a un piatto di tortellini.


libri e amore (FILEminimizer)
Ok, ora è il mio turno e come sempre non so come presentarmi.
La facciamo semplice: trent(equalcosa)enne giovane nell'animo e nello spirito, ma forse un po' meno nelle abitudini. Amo leggere, ascoltare musica, vedere film, ammirare paesaggi, osservare le persone , coccolare la mia fedele amica a 4 zampe...ma soprattutto leggere ed è per questo che ho pensato di cominciare a scriverne le sensazioni, per non dimenticarle (l’anzianità e la memoria che latita prima o poi arrivano per tutti), e così è nato il blog. Un hobby che sta diventando sempre più presente nella mia vita, in cui faccio tutt’ altro ma che è diventato il posto dove esprimermi e "condividermi".
Ed ora passiamo alle domande che ci siamo fatte (e alle risposte ovviamente)

1) Qual è il primo libro di cui hai un ricordo?
Elisa: Una serie di libri per bambini molto piccoli, di cartone colorato, che avevano titoli come "Io so vestirmi", "Io so aiutare" e via dicendo. Parliamo di quando ancora non sapevo leggere, ma ne amavo le illustrazioni e una volta imparato sono stati tra i primi libri che ho letto da sola senza aiuto. 

Deborah:Non ho dubbi sulla risposta – Pollyanna di Eleanor H.Porter. Mi ricordo di quanto la positività e la gentilezza di Pollyanna fossero delle armi ben più forti della cattiveria e di come spiazzasse le persone. Forse mi ha un po’ influenzato nella vita, peccato che non sia mai riuscita a mettere in pratica il Gioco della Felicità.

2) Hai un sogno speciale nel cassetto che speri di realizzare?
Elisa: Innamorami

Deborah: Ho sogni nuovi praticamente ogni giorno, e mai uno in particolare. Al momento mi sto dedicando talmente tanto al mondo dei libri che mi piacerebbe anche farne qualcosa, ma per ora lo tengo come passione. L’unico sogno che rimane costante e inalterato riguarda la sfera personale e, purtroppo, non è qualcosa la cui realizzazione dipenda da me.

3) Se tu potessi essere chiunque per 24 h, vivendo una qualunque vita in un qualunque posto, chi e dove vorresti essere?
Elisa: Vorrei vivere per 24h nella povertà più assoluta, per imparare a non dare per scontato ogni piccolo lusso che mi circonda. A volte ce ne dimentichiamo, ma quando siamo in crisi perché "non sappiamo cosa mettere" è perché abbiamo troppi vestiti tra cui scegliere, oppure se ci lamentiamo perché il treno che doveva portarci a casa è in ritardo, dimentichiamo che abbiamo i soldi per viaggiare in treno e una casa in cui tornare. Non vorrei essere nessun altro perché mi piace essere Elisa.

Deborah: Non mi ci sono mai soffermata, in realtà non ho mai pensato di diventare qualcun altro, ci sono ancora tanti aspetti di me che devo scoprire che mi bastano quelli. Piuttosto mi capita di pensare che vorrei poter essere in un altro luogo e cambiare vita. Ma credo non andrei lontano, magari in un posto di montagna come il Trentino a gestire un bel bad&breakfast con libreria annessa… Ecco, penso sarebbe adatto a me. Se invece volessi proprio cambiare vita sceglierei senza dubbio l’America.

4) Puoi dare un consiglio alla te stessa di cinque anni fa. Cosa scegli di dirle?
Elisa: In realtà, io tornerei dalla me stessa del 2008. E le direi di fare ciò che desidera invece di ciò che è meglio per chi le sta intorno, perché ci sono decisioni che vanno prese solo per se stessi visto che poi se ne paga il prezzo. Alla me stessa di cinque anni fa direi di non angosciarsi per i brufoli, che spariranno senza lasciare traccia, e di lasciarsi andare un po' di più. 

Deborah: “Lascia perdere le paranoie, le paure e i sensi di colpa e buttati fregandotene di come potrebbe andare le cose e dai la possibilità agli altri di volerti bene.”
Però questo consiglio forse me lo darei ancora :-P

5) Quali sono le canzoni che hai nel cuore?
Elisa: Se dovessi fare una compilation, probabilmente ne uscirebbe qualcosa di folle visto che ho amato e amo tutt'ora generi musicali diversi e in netto contrasto tra loro. Nel cuore mi porto la Suite Bergamasque di Debussy insieme alla discografia completa dei Green Day; mi porto "Stop" delle Spice Girls insieme a una suite di musica barocca che ho sentito con mio padre tantissime volte. E ci metto anche "Umbrella" di Rihanna perché era l'estate del 2007, ero ad Amsterdam per la prima volta e quella canzone era dappertutto

Deborah: Domanda difficilissima perché a parte i libri per me la musica è stata spesso compagna di vita in ogni momento e mi ha a volte consolato, altre divertito, altre fatto piangere. Ce ne sono molte quindi, ma se devo scegliere ne cito alcune che erano presenti in alcuni momenti della mia vita:
Keep the Faith – Bon Jovi
Losing my religion - REM
Certe notti e Piccola stella senza cielo – Ligabue
Relight my Fire – Take That (ho avuto anch’io il mio periodo boy-band)
Truly Madly Deeply – Savage Garden
Bring me to live – Evanescence
Sere nere – Tiziano Ferro (ma questa gradirei non sentirla più…)
MODA’ – qualunque canzone, anche se adoro “Quando arrivano i suoi occhi
E poi come ho detto amo la musica quindi c'è sempre una canzone che in qualche modo mi colpisce o è adatta al momento.

6) Il tuo blog tratta solo di libri o condividi altre passioni?
·       Elisa: Il mio blog è nato tre anni fa come spazio in cui chiacchierare di trucchi e prodotti di bellezza, perché non avevo nessuno "nella vita reale" con cui condividere questa mia passione. Però sono passati due anni, due anni e mezzo, e ha iniziato ad andarmi stretto: la cosmesi mi appassiona e continuo a comprare smalti e rossetti con entusiasmo, ma la verità è che il mio più grande amore sono sempre stati i libri. Ho imparato a leggere all'asilo, e da allora non ho mai smesso, quindi ho iniziato a parlarne: i libri che mi piacevano quelli che al contrario non mi soddisfacevano, ed ora è un argomento fisso del blog, insieme alle ricette che mi diverto a inventare e/o modificare, perché oltre a leggere e darmi lo smalto amo anche cucinare (e mangiare quello che cucino, soprattutto!).

Deborah: Principalmente di libri, anche se sto cercando di inserire anche qualche recensione di film, altra passione che avevo un po’ perso di vista e non riesco a coltivare come vorrei, ma diciamo che, anche grazie al blog e alle conoscenze fatte sono stata “influenzata” e mi è tornata la voglia di passare qualche serata davanti allo schermo.

7) Quanto tempo dedichi a preparare i post per il blog?
Elisa: Premesso che tendenzialmente prediligo il contenuto originale ai copia e incolla dai comunicati stampa, e che questo ovviamente richiede più tempo... Direi che in media un'ora al giorno è il tempo che mi occupa la stesura dei testi, visto che in genere preparo più di un post allo stesso tempo, e che la domenica è invece il giorno in cui scatto tutte le foto.

Deborah: Troppo?!? Diciamo che sono un po’ fissata e ci metto una vita a preparare un post. Prima lo scrivo, poi lo riscrivo, poi rileggo, smonto, rimonto…insomma, sono un disastro!

8) Amici e parenti sono a conoscenza del tuo blog?
Elisa: Direi di sì visto che condivido i miei post sulla mia pagina Facebook. Non è un argomento di cui parlo spesso, perché nella vita di tutti i giorni preferisco parlare d'altro, però non ne ho mai fatto un segreto. Non ne vedo il motivo, non è una cosa negativa o di cui vergognarsi.

Deborah: Parenti non ci penso nemmeno, figuriamoci sarebbe un continuo “perché perdi tempo così?” e alla fine diventerebbe una fatica, mentre così rimane l’angolo dove poter essere me stessa senza condizionamenti.
Amici pochi, soprattutto chi ha la mia stessa passione per la lettura, per il motivo vedi sopra. Diciamo che è una cosa che non nascondo volontariamente ma della quale, non avendo occasioni e persone con cui parlarne solo pochi sono a conoscenza.

9) Parliamo di libri: cartaceo o digitale?
Elisa: I libri cartacei restano il primo amore, ma come tutti i lettori forti ho quasi finito lo spazio a mia disposizione quindi ora dico: se è un libro che voglio sì leggere, ma che non mi interessa conservare, allora digitale. Per me ha sostituito la biblioteca, da questo punto di vista.

Deborah: Digitale per motivi di spazio ed economici. Però se potessi vivere in una libreria a “sniffare” l’odore della carta non avrei dubbi su cosa scegliere

10) Quali sono i libri che hai nel cuore?
Elisa: Sicuramente la tetralogia delle "Piccole donne" di Louisa May Alcott, perchè ho letto il primo da bambina e il quarto da adolescente, crescendo davvero insieme alle sorelle March. Poi una raccolta di fiabe su cui ho imparato a leggere, che si chiamava "Fiabe da tutto il mondo". "Anna Karenina" di Lev Tolstoj, "Cime tempestose" di Emily Brontë e "La fonte meravigliosa" di Ayn Rand sono i miei tre grandi amori tra i classici, mentre le più belle scoperte (e che mi sono entrate nel cuore) degli ultimi anni sono state "Golden Boy" di A. Tarttelin e "I lanciafiamme" di R. Kushner.

Deborah: Piccole Donne, Jane Eyre, Uno Nessuno Centomila, Il Ritratto di Dorian Grey, Il Diario di Anna Frank, La Chiave di Sara e poi, più recenti, Il primo ultimo bacio e Ugly Love (questo in inglese).
Ognuno mi ha lasciato qualcosa nel momento in cui l’ho letto, non saprei proprio scegliere.





Devo dire che grazie alle domande di Elisa la chiacchierata è stata davvero interessante ed è andata ben oltre il mondo del blog. È stato un piacere Elisa :-)

Ma ci sono altre coppie che si stanno cimentando in questa rubrica, se siete curiosi eccole qui: (se cliccate sul nome verrete rimandati al loro blog): 



6 commenti:

  1. Lo scrivo anche qui: F A N T A S T I C H E <3
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. Vediamo se stavolta il mio commento si salva XD
    È stato un piacere choacchierare con te, e ti auguro davvero di riuscire a "farne qualcosa" del tuo grande amore per i libri <3
    Un abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa! Anche x me é stato bello,e grazie delle domande che hai fatto <3

      Elimina
  3. Bella questa iniziativa e la possibilità di conoscervi meglio. Grazie

    RispondiElimina
  4. Bella questa iniziativa e la possibilità di conoscervi meglio. Grazie

    RispondiElimina