WAITING ROOM di Bianca Rita Cataldi–Recensione

lunedì 4 maggio 2015

Buongiorno! Oggi vi parlo di un libro che era in lettura da un po' ma volevo dedicargli il tempo necessario per poterlo apprezzare, perché già dalla sinossi avevo capito che non si trattava del solito libro con una storia d'amore, quanto piuttosto del racconto di una vita e delle pieghe inaspettate a cui una decisione può portare.

"Scrivi, bambina mia, scrivi,ché la vita è troppo breve, ma se inventi storie l'allarghi, vivi tante vite nell'estensione di una sola"

Waiting Room

Titolo: Waiting Room
Autore: Bianca Rita Cataldi 
Autoconclusivo
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Narrativa
Pagine: 154
Link Acquisto
Sinossi
E’ il 1942. In una Puglia bruciata dal sole, Emilia e Angelo condividono la passione per il sapere, il desiderio di libertà e il tempo della loro giovinezza. Settant’anni dopo, seduta nella sala d’attesa di un dentista, Emilia rivela a se stessa la verità negata di una giovinezza che adesso, per la prima volta, ha il coraggio di riportare alla luce. Con una scrittura che è poesia del ricordo e caleidoscopio di emozioni, Bianca Rita Cataldi accompagna il lettore tra umi sorrisi e le lacrime di una donna come noi, raccontando la storia di un amore mancato, di una generazione nell’età dell’incertezza, di un’attesa che attraversa tutta una vita.
La mia opinione

Un romanzo struggente e malinconico, in cui il sentimento protagonista è il rimpianto. Un sentimento che porta a trascorrere la vita proprio come in una sala d'attesa, in un perenne stato di aspettativa di un'occasione per qualcosa che avrebbe potuto essere ma non è stato, trafitti dai numerosi "e se avessi fatto", vivendo nel ricordo. Una protagonista , Emilia, che attraverso la sua storia di vita e la sua esperienza trasmette al lettore il suo monito: non farsi scappare le occasioni per mancanza di coraggio, non rinunciare mai ai propri sogni per paura, perché la vita è fatta per essere vissuta attivamente.

"Tutta la vita si è ridotta all'attesa di qualcosa, di qualcuno. I tempi gloriosi della tua giovinezza sono finiti, mia cara.”

Emilia è una anziana signora ultra ottantenne che sa emotivamente coinvolgere il lettore. Il contrasto tra la sua età avanzata che la costringe a dover ormai ammettere i suoi limiti fisici, una mente attiva, lucida che sa analizzare concretamente gli avvenimenti di una società moderna, e un cuore che è ancora in grado di battere ed emozionarsi come un'adolescente la rendono un personaggio vivo e reale

Attraverso i ricordi del suo passato si scopre una  ragazza molto più moderna degli anni in cui ha vissuto la sua gioventù, e che si è vista "schiacciata" proprio dai principi e dalla realtà di quei tempi. Emilia non era come le altre, non aspirava a sposarsi e mettere su famiglia da adolescente; il suo sogno era poter studiare, vivere libera nella carriera e nei sentimenti.

Angelo sembra essere la sua metà perfetta, anche lui in cerca di qualcosa di diverso dalla normale vita che tutti si sarebbero aspettati. Spensierato, libero, irruente e passionale, irrompe come un vulcano sconvolgendo  i principi di Emilia e riempiendola di vita.
Un amore, il loro, onesto e diretto, dolce e intenso come solo il primo vero amore può essere.

Ad anni di distanza Emilia, in quella sala d'attesa che la porterà verso gli ultimi capitoli della propria vita, incontrerà una giovane ragazza intenta a scrivere su un taccuino che la colpirà e alla quale in qualche modo vorrebbe trasmettere tutta la sua esperienza, per avvertirla, per non farle compiere i suoi stessi errori. Lei, con tutta la vita davanti deve sapere che le occasioni vanno colte, che non si deve vivere senza coraggio, che nonostante i tempi precari in cui viviamo i sogni vanno sempre inseguiti con determinazione e senza farsi trasportate da paure e sensi di colpa.

Con una scrittura semplice e diretta che riesce a toccare l'animo del lettore, Bianca Rita Cataldi racconta una storia che diventa reale come i suoi protagonisti. Attimi di una storia passata che ci arrivano attraverso gli animi e le emozioni di chi li ha vissuti . Gli stati d'animo e i sentimenti dei personaggi sono approfonditi e trattati con una tale delicatezza da commuovere, coinvolgere e trascinare la lettura.

Un libro originale, delicato e realistico. Uno spaccato di vita raccontato attraverso i ricordi e le emozioni che non può lasciare indifferenti.


La mia valutazione:    CUORECUORECUORECUORECUORE 


3 commenti:

  1. Non ho letto la recensione altrimenti rischio di bypassare quello che sto leggendo perché anche questo Romanzo dovrà presto passare tra le mie manine *___*
    Solo ci tenevo a commentare, proprio perché una volta finito verrò a leggermi la tua recensione ^_^ per scoprire così cosa ci ha colpito di più! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando passi lasciami il link della tua recensione così sono sicura di non perdermela, anch'io sono curiosa di vedere come l'hai trovato ;-)

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina