KASIA di Federico Negri - Recensione Oltre il Romance

giovedì 26 febbraio 2015

Siano lodati i giveaway!!! Ebbene sì, questa volta è tutto merito della fortuna, del blog Il Forziere dei Libri e dell'autore Federico Negri se ho avuto occasione di conoscere ed entrare nel mondo di questa serie fantasy dark che ha saputo sorprendermi, entusiasmarmi, coinvolgermi... insomma ne sono rimasta talmente conquistata che già sono in astinenza e non vedo l'ora che l'autore pubblichi il terzo volume. DEVO SAPERE COME PROSEGUE!!!
Oggi vi racconterò le mie impressioni sul primo, ma ho già letto il secondo e prestissimo ve ne parlerò!


Kasia di Federico Negri


Titolo: Kasia 
Autore: Federico Negri
Serie: Il codice della strega - vol.1
Editore: Self
Pagine: 97
Pubblicazione: 29 luglio 2014
Genere: Fantasy dark



                                              BIO AUTORE



Sinossi
La Terra è alla fine dei suoi giorni. Un tempo, gli uomini dominavano il mondo con le loro macchine ipertecnologiche, ma, secolo dopo secolo, i mari sono diventati impraticabili, le fonti di energia si sono prosciugate e l’umanità è scivolata nell’isolamento della barbarie. Tuttavia la magia ha iniziato a germogliare in poche, dotate persone, le quali sono educate come streghe dalle loro consorelle.
Kasia, una strega mercante, durante il suo primo viaggio dopo un lungo esilio, è costretta ad accettare un incarico equivoco. Un errore letale, in uno scacchiere di spie e governi contrapposti, che temono le arti occulte e le sopportano unicamente per sfruttarle ai propri fini
La mia opinione

Un fantasy dalla trama originale, avvincente, ambientato in un mondo particolare che sembra sospeso tra un passato antico e un futuro ultramoderno. Descrizioni talmente suggestive da trasmettermi la sensazione di "assistere" a ciò che stava accadendo e che hanno saputo trasportarmi totalmente all'interno della magia che attraversa l'intera narrazione.

Se mi seguite ormai saprete che cerco sempre di "entrare" nella storia e nella psicologia dei personaggi e anche questa volta non farò eccezione. Seppure si tratti di un'ambientazione fantastica, in realtà i molti punti di riferimento reali lasciati dall'autore mi hanno dato la sensazione di assistere a un possibile scenario in cui la Terra, ormai "consumata" dall'uomo e devastata dai conflitti potrebbe paradossalmente ritrovarsi in un futuro forse neanche troppo lontano. E' in questo mondo in cui la tecnologia ultra-moderna viene catapultata in un paesaggio che ha il sapore medioevale che compare la magia, affidata a poche elette di sesso femminile. Protagoniste indiscusse della storia sono infatti le streghe, donne che si ritrovano a vivere quasi nascondendosi a causa del pregiudizio derivante dalla paura, donne forti che hanno dovuto adattarsi a un mondo ostile che le teme perché si rende conto che il loro è un potere che viene dalla terra stessa, e come la terra può dare la vita ma è anche capace di distruggere. La magia che sprigionano queste donne non è fatta di pozioni o riti magici, ma è qualcosa di più profondo, strettamente collegato alla loro essenza femminile e rappresentato in modo a mio parere unico dall'autore attraverso immagini che richiamano il risveglio della loro parte selvaggia, una sorta di "animali guida" che vivono dentro di loro racchiudendone l'essenza istintiva e innata, capaci di vita propria e con i quali le streghe sono legate in modo indissolubile.

Ma veniamo al primo capitolo di una trama che si snoderà attraverso i vari volumi e avrà per protagonista ogni volta una di queste streghe e il suo punto di vista. Preparatevi a essere catapultati in un susseguirsi di azione, scontri, pericoli, trame nascoste, a conoscere personaggi che mostreranno di loro solo alcuni aspetti e di cui non riuscirete a comprendere se siano dalla parte giusta o sbagliata. In un primo momento forse come me non riuscirete a capire appieno cosa stia accadendo, quale sia il percorso da cui provengono i personaggi, ma vi assicuro che questo rende la lettura più incalzante e coinvolgente. Non riuscirete più a staccarvi dalle pagine!

La protagonista di questo volume è Kasia, capitano e capo-clan delle streghe Santuini. Quella che ci viene descritta è una donna forte, dal carattere duro e deciso come si conviene a chi ha delle responsabilità ed è al comando. A tratti può sembrare intollerante e mascolina, in realtà si scoprirà che ciò che la spinge a comportarsi in modo intransigente e a reprimere la sua parte femminile è la necessità di proteggere le sorelle. Determinata e astuta sembra non avere punti deboli, se non forse proprio quel legame tra streghe così forte che alla fine la trascinerà in una serie di eventi inaspettati. Il drago che è dentro il suo cuore secondo me ben rappresenta la corazza della quale si è armata per proteggersi e proteggere chi ama, la sua pericolosità ma anche la saggezza dell'esperienza.
Oltre a Kasia l'autore ci presenta anche molti altri personaggi importanti per la trama.  Conosceremo l'ambiguo Leonardo, il cui rapporto con Kasia sembra essere basato su attrazione e diffidenza; l'impulsiva Alina, nipote di Kasia e all'inizio del suo percorso da streg, spesso portata a seguire più l'istinto della ragione;  e poi ancora la combattiva Silla, la giudiziosa Riger, la tormentata Lili, il dolce e coraggioso Hansi e infine lui,  l'ago della bilancia che ha scatenato la storia, l' enigmatico Guilde Poe.

Non tutto verrà raccontato, molto ci sarà ancora da scoprire al termine del racconto con un finale che mi ha lasciato col fiato corto e l'ansia di correre a leggere il seguito.

Non vi racconterò altro della trama, dovrete scoprirla voi stessi e vi assicuro che ne varrà la pena.

Voglio invece spendere qualche parola sullo stile di questo autore che, al di là di tutto mi ha fatto  decidere di inserire Federico Negri tra gli autori italiani che devo assolutamente continuare a seguire. Dopo le prime pagine ero letteralmente a bocca aperta, non solo per l'assenza totale di errori o refusi che già di per sé vale un punto dimostrando la cura nel lavoro svolto,  quanto per il fatto che andando avanti frase dopo frase mi rendevo conto di non incontrare termini ripetuti, nemmeno parlando dello stesso argomento!! A un certo punto mi sono ritrovata quasi a "cercare" ripetizioni perché non lo credevo possibile, e invece nulla, la perfezione. La sua padronanza della lingua è sorprendente, usa un linguaggio allo stesso tempo ricco e semplice che arriva immediato al lettore, riuscendo a creare e trasmettere sensazioni e immagini.

L'unica piccola "mancanza" che ho sentito deriva esclusivamente da un mio gusto personale, ed è il fatto che in questo primo capitolo si intuisca ma non ci si soffermi troppo sulla parte emotiva o sentimentale dei personaggi; ma come ho detto si tratta di gusti e non toglie nulla a un fantasy ricco di colpi di scena, suspense, azione, magia che lo rendono imperdibile per amanti del genere e non. 


La mia valutazione: CUORECUORECUORECUOREMEZZO CUORE


2 commenti:

  1. Son contenta di averti fatto conoscere questo autore allora. Sottoscrivo ciò che hai detto parola per parola, perché anche io adoro come scrive. Preparati allora per il terzo, posso dirti che è spettacolare (spero Federico non me ne voglia se dico che l'ho letto in anteprima). E ricordati del bonus. Scrivimi al blog e richiedi il tuo premio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora che esca il terzo...sono in astinenza, queste streghe mi hanno conquistato! Non temere appena pubblico la rec di Alina ti mando la mail, so già cosa scegliere ;-)

      Elimina