BREATHLOVE di Anastacia Bluebell - Recensione

venerdì 19 dicembre 2014

Eccomi qua a raccontarvi il secondo libro letto per la Challenge Natalizia. Un racconto con un’idea meravigliosa alla base che forse ha patito un po’ per la sua brevità.




Breathlove di Anastacia Bluebell - Recensione
Titolo: Breathlove
Autore: Anastacia Bluebell
Editore: Self publishing
Formato: Digitale
Pagine: 25
Prezzo: €.0,99 ebook
Genere:  Romance fantasy erotico

Sinossi: Tra mitologia e realtà, sogno e amore Evy incontrerà Morpheus, signore dei sogni e amante dolce e sensuale che la condurrà in un vortice di passione tra le sue ali possenti e vigorose.
Un amore potente capace di oltrepassare anche i confini più inimmaginabili.

La mia opinione

Ammetto che la scelta di questo libro per la Challenge è stata puro istinto, la trama mi aveva colpito per la sua particolarità e anche perché rivelava veramente poco della storia stuzzicando la mia curiosità, e poi ho sempre subito il fascino di racconti sulle divinità greche e quindi non potevo lasciarmelo sfuggire. Non mi ero soffermata però a fare ragionamenti sull’esiguo numero di pagine che forse mi avrebbe preparato meglio a ciò che vi avrei trovato (o per meglio dire “non” trovato), quindi ho iniziato la lettura con aspettative del tutto diverse e probabilmente questo non mi ha permesso di godere subito appieno del  racconto.

Nonostante la doverosa premessa che potrebbe far pensare a una recensione negativa, in realtà non è così. Questo racconto è veramente piacevole, lo stile delicato dell’autrice è riuscito appieno a trasmettermi la sensazione onirica che pervade tutto il racconto, come la protagonista mi sono sentita sospesa tra sogno e realtà. E’ un racconto erotico ma con uno stile raffinato, senza volgarità. 

"Un libro contiene tante pagine e ogni pagina ci regala un po’ della nostra storia"

La protagonista, Evy è una diciassettenne inesperta dell’amore che passa il suo tempo a fare ricerche per la scuola, invidiando le sue amiche più popolari e fantasticando su come sarebbe bello stare con un ragazzo.

Morpheus (avete capito bene, proprio Morfeo, dio greco dei sogni) trascorre la sua esistenza realizzando anche solo per una notte i desideri delle persone. Purtroppo a lui non è concessa la stessa possibilità, non conosce l’amore se non attraverso i sogni degli altri. Davvero un personaggio originale e che, se sviluppato in un romanzo potrebbe dare molte soddisfazioni a chi come me ama il genere fantasy.

Sarà grazie alla decisione della madre di Morfeo, Nyx (Notte), che tenterà di sopire i desideri del figlio e dimostrargli che l’amore provoca solo sofferenza, che i due giovani avranno l’occasione di incontrarsi e perdersi l’una nelle braccia dell’altro. Due protagonisti che vengono da mondi così diversi eppure sono così simili tra loro, accomunati dal desiderio di amare. Una notte indimenticabile, che li legherà per sempre.

"Rinuncio a me stesso,rinuncio alla mia vita, perché è meglio non amare che amare ed essere poi consapevoli di non poter più amare"

La conclusione è arrivata in un soffio… Vorrei poter sapere cosa accade a Morfeo e Evy, vorrei vivere la loro storia d’amore, emozionarmi per i loro tormenti, avere la certezza di un lieto fine che ci viene purtroppo solo suggerito.

Con la speranza che l’autrice un giorno sviluppi questa idea e ne crei un romanzo completo, non mi sento di dare un voto finale, proprio per la brevità del racconto. Posso solo terminare consigliandolo a chi vuole ritagliarsi una mezz’ ora per estraniarsi dalla realtà e sognare con i protagonisti.



3 commenti:

  1. concordo con te! :) anche secondo me poteva svilupparsi meglio in più pagine, la storia è carina ma essendo breve non resta tanto dentro

    RispondiElimina
  2. Credo che sia semplicemente fantastico! Simon O'connor

    RispondiElimina